Link building avanzata: tecniche e strategie efficaci

Ranking, domain authority e un pratica vecchia come internet: la link building


L’importanza del PageRank nella link building

Il PageRank per quanto se ne dica e per quanto Google smentisca, è parte fondamentale dell’algoritmo utilizzato da Google per valutare l’importanza delle pagine web attraverso i link. Comprendere come il PageRank influisce sulla link building è essenziale per sviluppare una strategia efficace.

Ogni link ricevuto da un sito autorevole trasferisce una parte del PageRank, noto come “link juice, aumentando l’autorità della tua pagina. Pertanto, ottenere backlink da siti con un authority elevata può migliorare significativamente la posizione del tuo sito nei risultati di ricerca.

Concentrati sulla costruzione di relazioni con siti web autorevoli e pertinenti al tuo settore per massimizzare il beneficio del link juice.

Analisi competitor: siti pertinenti e broken link

Le tecniche avanzate di link building vanno oltre le semplici pratiche di base e richiedono un approccio più strategico e creativo per acquisire backlink di alta qualità.

Ci tengo poi a ricordare che fare una campagna di link building è una pratica delicata e deprecata da Google, va fatta “Cum grano salis” altrimenti si rischia di combinare un guaio e venire penalizzati.
Perciò, se siete alle prime armi o non avete idea di dove sbattere la testa, affidatevi a persone esperte che svolgono attività di consulenza SEO e link building, come il sottoscritto.

Una tecnica avanzata consiste nell’analizzare i backlink dei competitor per identificare opportunità di link building.

Per fare questo puoi innanzi tutto verificare la Domain Authority tramite MOZ, oppure ancor più velocemente usando questo tool:

Domain-authority-checker

Per scoprire i backlink dei tuoi competitor puoi avvalerti di vari strumenti, io posso suggerirti:

Scoprire quali siti web stanno collegando ai tuoi concorrenti può essere utile per provare a contattare questi siti per proporre contenuti di valore che meritano un link al tuo sito. O, in ogni caso, per capire la strategia di link building adottata e pianificarne una per il tuo sito.

Un’altra strategia avanzata è il broken link building, che implica la ricerca di link non funzionanti su siti autorevoli e offrire il proprio contenuto come sostituto valido. Questa tecnica non solo fornisce un valore aggiunto al proprietario del sito, ma aumenta anche le possibilità di ottenere backlink di alta qualità.

Per analizzare i broken link puoi provare questo tool:

broken-link-checker

Outreach per link building: come ottenere backlink di qualità


L’outreach è una componente fondamentale per una campagna di link building e consiste nel contattare direttamente i proprietari di siti web, i blogger e gli influencer per ottenere backlink.

Per avere successo nell’outreach, è importante personalizzare ogni messaggio e dimostrare il valore che il tuo contenuto può offrire. Inizia identificando siti web e blog rilevanti nel tuo settore e crea una lista di potenziali contatti.

Scrivi email concise ma dettagliate, spiegando perché il tuo contenuto sarebbe utile per il loro pubblico e come potrebbe arricchire il loro sito. Un approccio efficace può includere anche la proposta di guest post, dove offri di scrivere un articolo originale e di alta qualità per il loro blog in cambio di un backlink.

È una pratica difficile e lunga, su 100 siti magari ti risponderanno in 3, ma quei tre link saranno di grande qualità.

L’importanza dell’anchor text nella link building

L’anchor text, ovvero il testo cliccabile di un link, gioca un ruolo cruciale nella link building.

Google utilizza l’anchor text per comprendere il contesto e l’argomento della pagina di destinazione.
Non so se mi sono spiegato bene: contesto, la parola chiave nella link building è “contesto”.

È importante quindi utilizzare un anchor text rilevante e naturale per evitare penalizzazioni da parte di Google. Evita l’uso eccessivo di anchor text esatti e opta per una varietà di termini correlati e frasi long-tail.

Ad esempio, se stai costruendo link per una pagina sulla “strategia di link building”, utilizza anchor text come “guida alla link building”, “tecniche per acquisire backlink” o “come fare link building efficace”. Questo approccio aiuta a creare un profilo di link naturale e diversificato.
Anche il classico “clicca qui” può andar bene, purchè all’interno del giusto contesto, perché Google legge e interpreta le parole che precedono o seguono l’anchor text.

Guest post: un’opportunità per la link building

Ed eccoci al caro vecchio Guest Post, ovvero l’articolo scritto da te e pubblicato su un sito esterno (quasi sempre a pagamento) per ottenere link.

Il guest posting è infatti una tecnica di link building efficace che consiste nel creare contenuti di alta qualità per altri blog o siti web in cambio di un backlink al proprio sito. È forse il metodo più usato nelle campagne di link building, probabilmente perché il più pratico e veloce.

Questa strategia non solo aiuta a ottenere backlink autorevoli, ma anche a costruire relazioni nel settore e ad aumentare la visibilità del tuo brand. Quando cerchi opportunità di guest posting, identifica blog e siti web che siano rilevanti per il tuo settore e che abbiano un pubblico attivo e coinvolto.

Proponi idee di contenuti che possano interessare il loro pubblico e assicurati che i tuoi articoli siano ben scritti e informativi. Includi un backlink naturale al tuo sito all’interno del contenuto, utilizzando un anchor text pertinente e rilevante.

Quindi, se non avete capito, dovete scrivere articoli di qualità anche per la link building, o volete che a linkarvi siano tutti articoli di m…a scritti con i piedi? Un articolo ben scritto potrebbe anche ben posizionarsi sui motori di ricerca, e voi, oltre al link potreste magari ottenere traffico qualificato. Vi pare cosa da poco?