Senza categoria

La SEO è come il sesso

La SEO è come il sesso

La SEO va fatta piano, come facessi l’amore.

La seo è come il sesso

In un’epoca in cui tutto è veloce e frenetico, si sta imponendo in molti settori la filosofia “slow”, cioè fare le cose con calma, rallentando quei ritmi frenetici che troppo spesso cadenzano le nostre giornate.

Pensiamo allo slow food, oppure allo slow travel, nato per conoscere veramente un luogo, la sua popolazione, la sua storia e cultura.

Oppure ancora il movimento slow music, nato come protesta ai ritmi vertiginosi in cui il mondo dell’industria musicale è caduto a scapito della qualità

Fare tutto in fretta, non importa se bene, l’importante è veloce.

La SEO però ha detto NO!
Insomma, fare seo è come fare sesso. Farlo piano è meglio!

La seo, falla piano

Vuoi mettere il piacere di avvicinarti piano al progetto, conoscerlo a fondo, quasi in maniera intima?
Pensa ad un azienda che ti contatta per migliorare il posizionamento sui motori di ricerca del loro sito web, che ne so, una tostatura di caffè.

Entra in contatto con le persone, visita gli ambienti, scopri i profumi, bevi anche un bel caffè, perché no?

Acquisisci dati, nozioni, impara a capire i clienti di quell’azienda.
Perché comprano? Qual’è il pregio del prodotto o del marchio?

Slow-Seo

 

Fa tuo il progetto

Come detto prima, entra in contatto intimo con il progetto, scopri il più possibile sull’azienda, fatti raccontare aneddoti, cerca di capire il vero punto di forza del cliente.

 

Un passo alla volta

Una volta che sei entrato in simbiosi, fai una cosa alla volta, fatta bene, con calma.
Si sa, i risultati di un progetto SEO si vedono alla lunga distanza, e questa cosa devi portarla a tuo vantaggio. imposta bene le fasi e svolgile senza fretta, fai anche vedere al committente i passi fatti e risultati ottenuti.

 

Resisti alle tentazioni

Non fare lo sporcaccione! Insomma, niente Link Building falsa, o almeno non subito perbacco! cerca di ottenere il più possibile dai risultati naturali, poi ovviamente potrai forzare un po’ la mano, ma senza esagerare, ricordati che Google ti osserva.

Seowithme

 

Posted by Matteo Dalla Vecchia in Senza categoria

La SEO è come il mio orto

Non sto scherzando, la SEO è davvero come il mio orto.

orto-come-la-seo

Non sono diventato matto, ora vi spiego con calma.
Oggi pomeriggio ero a casa con i bimbi, e vista la bella giornata di sole li ho portati giù a giocare.

Nel frattempo, per unire l’utile al dilettevole ho zappato l’orto, e finché zappavo pensavo alla SEO.
La SEO è come la terra, mi dicevo, bisogna lavorarla tanto e avere tanta pazienza per vedere i risultati.

Ed ecco quindi la prima similitudine:

lavoro e pazienza

SEO-lavoro-e-pazienza

 

Poi, finché zappavo, è arrivata mia moglie e allora si fanno quattro chiacchere, e poi “mi passi la forbice”, “mi aiuti con questo vaso”,  “dove hai messo il terriccio?” ecc. ecc.
Ad un certo punto compare mio fratello che torna dal lavoro e mi chiede perchè non ho usato la motozappa.

Sapete perchè? Ho tolto talmente tante erbacce quest’anno che zappa di qua, zappa di la, avevo già smosso quasi tutta la terra.

Già, le erbacce. Se no le togli ti infestano.
E nella SEO? Tag a casaccio, H1 come piovesse, categorie buttate la.
Erbacce da estirpare.

Ecco quindi la seconda somiglianza:

Elimina le erbacce cattive, tieni pulito il tuo sito.

la-seo-e-le-erbacce

Ma ecco il vicino di casa che pota la siepe. E anche li scambi due parole.
E pensavo, lavorare il mio orto mi porta ad avere relazioni con gli altri, mia moglie, mio fratello, i vicini, con il suocero si parla spesso dell’orto, ecc.

E la SEO? Senza relazioni sei morto.
La cosi detta link building naturale non è altro che tessere relazioni, gli altri che parlano di te e con te.

Ed ecco quindi il terzo punto d’incontro:

Relazionarsi con gli altri, naturalmente.

seo-relazioni

 

Hai capito ora?

Studia, leggi libri sulla SEO, fai corsi, frequenta i giusti gruppi su facebook, ma se non sei te stesso, se non tessi relazioni con gli altri in modo naturale, allora non hai capito niente sulla SEO.
Non è solo codice, non è solo analisi.

La SEO è innanzitutto RELAZIONI. Coltivale!

Seo, una passione, come il mio orto.

Posted by Matteo Dalla Vecchia in Senza categoria

Perché chiamare un consulente SEO?

Posizionamento su google

Sai perchè ti serve un consulente seo?
Per ottimizzare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca!

Facciamo un esempio pratico:
Ci sono due bar, uno ben esposto su una via trafficata e l’altro un pò nascosto, in fondo ad un vicolo e senza altri esercizi commerciali vicino.
Secondo voi chi ha più clienti e quindi fattura di più?

SEO è quindi ottimizzazione: Se sei visibile, esisti.

Perché solo Google?

Perchè il 90% degli utenti fa ricerche usando Google. si, il 90%.
Quindi, non è importante essere ben posizionati su Google, ma è FONDAMENTALE.
E di questo 90% pochissimi utenti guardano i risulati in seconda pagina e praticamente nessuno dalla terza in poi.

Allora cosa fanno i furbacchioni?
Pagano, ovvero creano annunci sponsorizzati per essere in prima pagina.
E quanti utenti cliccano sui risultati sponsorizzati? Il 6% circa.
Le inserzioni tramite adwords hanno senso solo se inserite all’interno di una strategia che pone alla base un buon posizionamento precedentemente eseguito con una SEO organica, naturale, sia on page che off page.

Ecco perchè ti serve un consulente seo a Vicenza e Padova
Ed ecco perchè ti devi rivolgere ad un professionista, il fai da te non è consigliabile, spesso si rischia di fare solo danni.

Posizionare sito su google

Seo on page e off page

La SEO on page riguarda la tecnica vera e propria di costruzione del sito, principalmente HTML e CSS.
Va dalla scelta delle keyword alla description, dall’ottimizzazione delle immagini all’uso corretto dell’attributo alt, dalla creazione di una sitemap all’uso dei microdati, ecc. ecc. ecc., cose da webmaster insomma (su indicazione del SEO manager, ovviamente).
Altri fattori molto importanti sono la velocità di caricamento e la responsività di un sito.

La SEO off page invece riguarda la reputazione del sito e del brand.
Insomma, si tratta di essere conosciuti nel vasto mondo del web, fare si che altri siti “di qualità” parlino di noi o abbiano link che portano alla nostra pagina web.
Si tratta anche ad esempio di avere un account facebook aziendale dove caricare contenuti pertinenti a quello che facciamo ma parlandone con leggerezza o comunque con un linguaggio “social”.
E si tratta anche di avere un sito con contenuti di qualità e aggiornati frequentemente. Una specie di blog interno al sito, dunque. Ovviamente i testi dovranno essere scritti con tecniche SEO, evidenziando le parole chiave.

Come questo articolo, ad esempio, dove parlo di SEO nel mio sito dove offro servizi di SITI WEB, SEO, CONTENUTI PER IL WEB A VICENZA e PADOVA

E parlando di contenuti, ecco un video di esempio:

Questa è solo la punta dell’iceberg di quello che sta dietro ad un lavoro SEO ben fatto, ma stringi stringi il succo essenziale è questo.

Quindi, se cerchi un consulente seo a Vicenza, CONTATTAMI.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora leggi anche I 3 migliori hosting italiani 2018!

Posted by Matteo Dalla Vecchia in Senza categoria