Link Building? Dipende…

Perché gran parte delle strategie di link building che ti propongono è inutile.

Avete presente i pomodori a grappolo?
Quelli belli rossi omogenei che trovate su TUTTI i banchi di ortofrutta, dai supermercati ai piccoli negozi
e bancarelle dei mercati rionali?

Link building no grazie

Sono tutti di provenienza OLANDESE.

Quindi? Che centra con la SEO?
lo so, sono un consulente SEO a Vicenza e Padova, dovrei parlare di contenuti SEO, non di pomodori, ma adesso ti spiego.

I pomodori in questione sono tutti allevati in serre idroponiche, cioè SENZA TERRA, dove la crescita della pianta
avviene attraverso la somministrazione degli elementi nutritivi con le radici immerse direttamente in vasche di acqua.

Insomma, aggiungono all’acqua tutte le sostanze necessarie (???)

Pensate ora ai pomodori del vostro orto. NATURALI, gustosi, col sapore del sole e della terra.
Tutta un altra cosa insomma.

E qui sta il concetto.

La differenza tra Link building artificiale e naturale è come tra questi pomodori.

Pensate a quali pomodori preferite e pensate alla QUALITA’ dei vostri link.

Sono RISORSE DI QUALITA’ ?

Vi portano veramente beneficio o state solo riempendo il portafoglio del selvaggio mercato di Link?
Inutile che ve lo dico, Google sa benissimo che esiste questo mercato.

Semplicemente lascia fare, tanto i soldi son nostri, mica suoi.

 

IL DOMAIN AUTHORITY

Parliamo ora un attimo del tanto famoso Domain Authority.

Allora, il D.A. altro non è che E’ un punteggio SVILUPPATO DA MOZ per valutare l’importanza di un dominio da 0 a 100.
Questo punteggio indica la PROBABILITA’ con la quale una pagina si posiziona bene in SERP.

Cioè, ragazzi, parliamoci chiaro. SVILUPPATO DA MOZ… non so se avete capito il concetto.
Come se domani mattina mi sveglio e creo una mia seoteo autorithy spacciandola per la nuova metrica di valutazione dei link.

Per quanto seri siano quelli di MOZ (e lo sono veramente), come facciamo a sapere che quel punteggio rispecchia il
VALORE REALE della pagina in questine? E se google non la reputa di tale importanza?
OK, è comunque una metrica valida ed indicativamente interessante e utile, ma non prendiamo sempre tutto per legge.

 

offerta speciale seo

 

Il negozio sotto casa

Faccio ora un altro esempio per far capire meglio su come la penso sulla Link building fatta male.

Ho un negozio di frutta e verdura a Vicenza e vendo un nuovo frutto chiamato SEO.
Voglio quindi provare a pubblicizzarmi per SEO a VICENZA.

Conosco un tipo su facebook che mi promette un insegna pubblicitaria sul suo negozio per 100 €.
Cazzu cazzu, solo 100 €?
OK, mi sta bene.
Ma… dov’è questo negozio? A Catania! CAZZO, è a Catania!

Capito il concetto?
State pagando decine, centinaia di link a poco prezzo per guest post su siti che hanno una authority alta,
con tantissime visite, ma in realtà quei post COSTRUITI AD HOC non li leggerà MAI NESSUNO.
LINK che magari all’inizio spingono un pò per l’autortà, ma che alla lunga porteranno ZERO visite al vostro sito.
Un po’ come la pubblicità a Catania…

Inoltre spesso questi guest post sono scritti talmente solo per la seo e non per gli utenti che anche se capiti in pagina dopo aver letto 5 righe chiudi e te ne vai.

Sono stato abbastanza chiaro?

Cercate di costruire un rete di link VERA, con colleghi, fornitori, clienti, riviste di settore, con OPINIONI, non post che parlano del nulla, con RECENSIONI, non like ad cazzum.

Insomma, smettete di spendere i vostri soldi a vanvera. Spendeteli, ma bene.
Cioè, se proprio volete acquistare link, meglio pochi ma buoni, magari costosi, ma di qualità.

Google ormai sta andando sempre di più verso questa direzione, i link “di un certo tipo” li riconosce e li cataloga, e non li considera più.
Come ho già detto, all’inizio potrà anche “spingere” in SERP, ma l’effetto è quello di un aspirina contro la polmonite.

Probabilmente qualche seo specialist non sarà della stessa opinione, ma il mondo è bello anche per questo.

Poi, come in tutte le cose ci sono anche le eccezioni.
Fare link building a pagamento seriamente si può, ma non dovete affidarvi al caso, tanto meno a metriche sterili.

Dovete semplicemente rivolgervi a professionisti seri che di questa materia ne hanno creato un lavoro.
Su facebook come su google basta fare un po’ di ricerche per trovare forum o gruppi dedicati all’argomento. Il bello è che essendo appunto piattaforme “social” difficilmente chi lavora male riesce a vendere, e chi lavora seriamente riceve feedback positivi. Insomma, facendo gruppo ne guadagniamo tutti.

Se avete bisogno di una consulenza seo a Vicenza e Padova, contattatemi,
ma solo se volete veramente ascoltarmi.

Se ti è piaciuta questa piccola mini-guida sulla link building, che ne pensi di fare un corso seo?
Pensaci, potrebbe essere un occasione per migliorare le tue conoscenze seo.

Alla prossima!

Posted by Matteo Dalla Vecchia